Recensione di Somnium di Feliscia Silva & Gloria Credali: l’esperienza di leggere il fantasy di una “collega-blogger”

Più o meno da quando ho incominciato la mia modesta avventura da blogger ho potuto contare sull’interesse di una blogger, Il lettore curioso. E adesso mi sembrava il minimo, alla luce dei commenti scambiati in questi anni e dei contenuti di qualità da lei postati nel suo angolo virtuale, leggere il suo romanzo, “Somnium”, scritto a quattro mani con una sua amica.

Oggi, dunque, voglio spendere qualche parola sul romanzo, che si può acquistare sia sul blog che su Amazon, premettendo, ovviamente, però, la mia ammirazione per quello che le due ragazze sono riuscite a fare, portando a termine un’impresa mica da ridere come ultimare un romanzo e lavorarci sopra per renderlo un prodotto commerciale.

Estratto:

«Ora sei una donna-aquila, e oltre a te, altri nove Blazon sono stati chiamati a ricoprire il loro ruolo, ognuno in vece dell’animale che incarna. Il posto nel mondo per un Blazon non è qui, sulla Terra Umana, ma in un’altra dimensione, dove i Blazon vivono, si addestrano e possono ritrovare il proprio habitat ancestrale. Lì è dove risiedono gli Incarnati, gli animali fantastici di cui incarniamo lo spirito. Ed è proprio lì, dove saremo diretti domani.» Quando Doli è fuggita dal proprio passato per rifugiarsi in una nuova vita, non avrebbe mai immaginato di restare intrappolata in una routine che rispecchia tutto ciò dal quale era scappata. Dex, un misterioso sconosciuto dai tratti che ricordano quelli di una volpe, stravolge però la sua esistenza rivelandole che la Terra Umana e tutti i suoi abitanti sono in pericolo. Doli è un Blazon e deve seguirlo su Somnium, una dimensione in cui uomini prescelti e Incarnati vivono in armonia con il mondo naturale. Doli non vuole credere alle sue parole, ma una notte qualcosa in lei si trasforma. Comprende che non può fuggire dal proprio destino, una minaccia è in agguato: la Fazione, un gruppo di Blazon che ha tradito Somnium, vuole imporre il proprio controllo sulla Terra Umana. Doli dovrà prendere una decisione che le cambierà per sempre la vita: combattere o tornare alla sicurezza dell’esistenza che si era creata?

Commento:

somn

Per prima cosa voglio dire che, forse perché “conosco” l’autrice o forse perché abbiamo un background di letture comune, ho individuato evidenti influenze nell’opera. Oltre a numerosi easter egg/omaggi al mondo di Harry Potter, che vanno dalla copertina, alla frase che il padre della protagonista dice su ciò che è reale, passando per la figura di Sole-Cowl, nella quale ho visto molte analogie con il personaggio di Silente. Parlando di influenze, per essere chiaro, potrei dire che ho vissuto un’atmosfera molto simile a quella di Shadowhunters. Una protagonista femminile (più sensata della Clary di Shadowhunters, però), un gruppo di persone con abilità straordinarie che devono combattere il male, un loro universo/mondo particolare in cui rifuggiarsi.

Parlando di influenze, però, ci tengo a sottolinearlo, non voglio insinuare che Somnium sia poco originale. Le peculiarità della storia e dei protagonisti sono molto differenti da quelle di Shadowhunters, e il paragone è solo utile a far capire come ho inquadrato e a che genere riconduco il romanzo.

A livello stilistico, ho trovato il romanzo sicuramente all’altezza, con una qualità letteraria che, secondo me, si innalza via via che va avanti il romanzo. Ho trovato la seconda parte del libro e il finale straordinariamente convincenti, per facilità di lettura e precisione nelle descrizioni. Il pregio della prima parte, d’altro canto, è la facilità e l’immediatezza con cui si dipinge l’universo in cui la protagonista agirà.

Ciò che ho amato di più del romanzo, forse stranamente, è il momento, che si protrae per diversi capitoli, in cui la protagonista, Doli, torna alle sue origini. Il ritorno a casa è la parte sicuramente più emozionante del romanzo. E aggiunge sicuramente tinte di umanità e commozione a una storia molto dinamica.

L’unico aspetto che mi ha convinto meno di questo romanzo, di cui comunque consiglio assolutamente la lettura (per sapienza nel costruire la storia e stile nella narrazione) è quello relativo agli antagonisti. Tornando al paragone con Shadowhunters, mi sento di dire che Valentine e i suoi intenti erano più chiari, mentre gli antagonisti di Somnium restano troppo indefiniti per i miei gusti. Magari la scelta era quella di fare un prodotto esclusivamente per young-adults, che quindi non necessitasse di antagonisti veramente spaventosi, controversi e profondi. Ma, a mio modo di vedere, è questo l’unico elemento su cui si poteva lavorare di più.

Chiudo questo articolo, ribadendo i miei complimenti alle autrici ed esprimo il mio desiderio che Somnium abbia un secondo capitolo, perché tra le pieghe della storie rimangono sicuramente molte cose da indagare e approfondire ulteriormente!

Annunci

Autore: Giovanni Di Rosa

Sono laureato in giurisprudenza, anche se continuo a definirmi un "giurispentito". Mi imbatto in una realtà troppo disincantata per la mia voglia di sognare ancora. Amo scrivere, anche se, a volte, smarrisco la mia voce interiore. Ho molti interessi: dalle serie tv ai libri, dal calcio al wrestling. Potete seguirmi sul mio blog, Serial Escape ;)

3 pensieri riguardo “Recensione di Somnium di Feliscia Silva & Gloria Credali: l’esperienza di leggere il fantasy di una “collega-blogger””

  1. Wow che bellissima sorpresa!! Non mi aspettavo di trovare la tua recensione e ti ringrazio tantissimo per il supporto. La tua opinione è sinceramente importante per me 🙂
    Grazie anche per gli appunti che hai lasciato e ne approfitto per dirti che in effetti si tratta di una trilogia, quindi l’intenzione è di approfondire molti degli aspetti tralasciati in questo primo romanzo 🙂
    Anche la mia parte preferita è il ritorno a casa di Doli ed è anche la parte che abbiamo preferito scrivere.
    Grazie di nuovo per questa sorpresa che non mi aspettavo! 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...